Uno specialista in medicina del nuoto ed attività subacquee, per tutti coloro che amano il mare ed i suoi misteri.

mercoledì 20 febbraio 2019 [OnL:49]
 
DocumentiL'esperto rispondeEventiGlossarioSuggerimenti per la lettura
Primo soccorsoNormativaAnimali marini pericolosiCamere iperbariche
Agenzie didatticheAlbum fotograficiMercatinoSuggerimenti per le vacanzeSiti interessanti
RegistrazioneCollegamentoGuestbookMappa del sitoNovità degli ultimi 7 giorni

Animali marini pericolosi

2.Vertebrati

2.2. Tipo di lesione e sintomatologia

Della Marta Maria Elisa - Vai Luciano

Lesioni da morso:

Squalo Le mandibole degli squali sono dotate di molteplici file di denti triangolari affilatissimi pertanto le lesioni inflitte sono devastanti e spesso letali.
La gravità delle lesioni dipende non solo dalle dimensioni dell'animale ma anche dal comportamento dello stesso.
Esistono tre tipi di attacco:

  1. mordi e sputa: lo squalo aggredisce la vittima con un unico morso e si allontana, per cui la lesione dipenderà solamente dalla potenza della dentatura e saranno assenti lesioni da strappamento e masticazione.
    Figura 1 - Lesione da morso

  2. urta e mordi , lo squalo urta dapprima la vittima forse per localizzarla e poi torna indietro a morderla
  3. attacco a sorpresa, lo squalo attacca improvvisamente ripetute volte
    Figura 2 - Lesione da morso



Barracuda
Le lesioni inflitte da questo animale sono ferita lacero contuse da morso e strappamento

Murena

I morsi delle murene provocano ferite lacero contuse con lesioni da strappamento e perdita di sostanza, molto dolorose che si infettano facilmente

Tridacna gigante
Le lesioni sono solitamente a carico dell'arto superiore oltre alle ferite provocate dalle chiusura delle potenti valve , è possibile riscontrare fratture.

Serpenti Marini
Solitamente lesioni puntiformi. Queste lesioni meritano però una particolare attenzione perchè i serpenti sono animali velenosi e possono essere spesso letali
Il serpente elegante in particolare possiede un potentissimo veleno termostabile in grado di bloccare la trasmissione post-sinaptica delle terminazioni nervose, seguita da effetti collaterali quali la degenerazione delle membrane cellulari , la necrosi muscolare e la liberazione di enzimi citoplasmatici.
Sintomatologia:
  • sensazione di ansia
  • irrequietezza e/o euforia
  • sensazione lingua ingrossata
  • bocca asciutta
  • nausea, vomito
  • rigidita muscolare
  • dolori diffusi
  • paresi multiple
  • +/- trisma
  • disartria
  • dispnea
  • alterazioni del visus per paralisi bulbare
  • cianosi
  • insufficienza cardiaca
  • coma
  • morte
  • coma

© Questo sito utilizza la Licenza Creative Commons. Scrivici Segnala il sito Firma il guestbook Mappa del sito